Che Credenziali Hai Fabio?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

LE CREDENZIALI PER DIVENTARE UN’AUTORITÀ NELLA FORMAZIONE DIGITALE

Ci sono giorni nella vita in cui ti alzi e avverti su di te il peso di una grande responsabilità: sei consapevole che con umiltà e dedizione hai portato avanti un progetto di cambiamento che ha permesso a migliaia d’imprenditori di vivere il loro potenziale senza guardarsi indietro.

Uno di quei giorni l’ho vissuto il 18 dicembre 2019, quando sono stato premiato come uno dei top 100 innovatori mondiali nella formazione al Centro Congressi Le Meridien di Dubai.

L’evento è stato organizzato dal GFEL (Global Forum for Education and Learning), un prestigioso congresso che si pone l’obiettivo cambiare, in modo anche dirompente, le modalità di apprendimento e formazione degli studenti in tutto il mondo.

Il contesto della premiazione era molto autorevole, poiché all’evento erano presenti ministri dell’Istruzione dei più importanti paesi del mondo e professionisti affermati che operavano nel settore della formazione da oltre 30 anni.

Oltre a me, c’era un altro italiano presente, il Prof.Leonardo Caporarello, Rettore dell’e-learning dell’Università Bocconi di Milano, una delle università più prestigiose al mondo.

 

LA SODDISFAZIONE ISTITUZIONALE

In Ottobre 2018 ho ricevuto una telefonata che mi ha dato una grande motivazione.

Era Laura Ricci, Presidente della Marconi International University di Miami. Mi chiamava per comunicarmi che avrebbe preso un volo assieme al CEO dell’istituzione e ci avrebbe incontrato a Valencia il giorno dopo. Non capivamo ancora il perché ma accettammo l’incontro.

Queste due autorità nel mondo istituzionale erano venute ad incontrare me ed il mio socio Matteo per proporci un progetto che avrebbe avuto un impatto epocale nel mondo educativo tradizionale: lanciare un corso universitario sul marketing digitale in lingua Italiana.

Nacque così “Digital Marketer” un corso intensivo di 4 mesi incentrato a formare professionisti digitali che potessero spendere finalmente un titolo universitario per uno dei ruoli più richiesti oggi nel mondo del lavoro.

Digital Marketer ha rappresentato anche il caso studio ed uno degli elementi più impattanti per la decisione del GFEL di inserirmi tra i 100 top leader nel mondo formativo, proprio per l’impatto che questo ha avuto nel mondo formativo istituzionale.

Ancora una volta, con forza e dedizione ma soprattutto con il focus sempre sui risultati degli studenti, sono riuscito a lasciare un segno nella vita delle persone.

Per me questo è importante, lasciare un segno e darti strumenti pratici che puoi utilizzare immediatamente nel mondo del business per fare la differenza.

 

COME HO COSTRUITO LE MIE CREDENZIALI PASSO DOPO PASSO

Se pensi che il traguardo che ho raggiunto sia qualcosa d’inarrivabile per te, continua a leggere: capirai come alcune semplici consapevolezze mentali unite a una fede incrollabile in quello che fai siano sufficienti per tracciare un cammino che può portarti molto lontano.

All’inizio del mio percorso di cambiamento, ho vissuto degli anni nei quali la sofferenza evolutiva che avevo dentro mi ha portato a spostarmi all’estero e ad accettare lavori molto umili pur di guadagnare la mia indipendenza.

Nel 2010 ho avuto modo di conoscere la persona che sarebbe diventato il mio miglior amico e socio, Matteo Pittaluga.

Inizialmente, entrambi ci siamo adattati a fare i camerieri in Australia e negli Stati Uniti, finché nel 2014 abbiamo sperimentato la nostra prima avventura imprenditoriale. Il progetto consisteva in un’importante opportunità legata all’importazione di caffè in Argentina.

Tutto sembrava andare per il meglio, ma sfortunatamente, si presentarono ostacoli burocratici in merito all’importazione dei prodotti che stavamo per lanciare nel mercato sudamericano. In quel frangente è avvenuta la prima, cocente, sconfitta imprenditoriale.

 

STAVO SCAPPANDO DA ME STESSO: ECCO IL MOTIVO PER CUI IL SUCCESSO NON ARRIVAVA

Sia io che Matteo abbiamo lasciato l’Argentina per tornare a fare quello che facevamo prima, ossia i camerieri. Il punto è che non eravamo più quelli di prima: non eravamo nati per fare gli imprenditori a tempo perso, ma per “essere” imprenditori a tempo pieno.

Tuttavia, nonostante coltivassi la svolta imprenditoriale, c’era qualcosa che andava risolto nella mia vita: questo neo aveva a che fare con i conti irrisolti con il mio passato.

Questo passato, come un’ombra incombente, tornò a presentarsi sotto la forma di un’email inviata dall’Università di Bologna, che mi invitava a dare gli ultimi esami mancanti, pena la decadenza del mio percorso di studi in ingegneria gestionale.

Con un grande sforzo di volontà, in pochissimi mesi riuscii a laurearmi e a concludere il cammino universitario rimasto in sospeso per troppo tempo.

 

QUEL GIORNO SI É ACCESA UNA CONSAPEVOLEZZA IN ME

Ricordo ancora cosa accadde il 12 febbraio 2015, giorno della consegna del Diploma di Laurea. Uno dei professori disse a noi neolaureati che avremmo dovuto adattarci a svolgere i mestieri più umili pur di entrare nel mondo del lavoro; insomma, tutto questo studio e questa preparazione sarebbero bastati per lavorare al McDonald’s.

Era qualcosa che nella mia mentalità da imprenditore non avrei potuto accettare. Lo stato di cose andava cambiato: non aveva senso fare sacrifici per arrivare alla Laurea se in seguito la massima aspirazione che il sistema mi avrebbe dato sarebbe stata quella di accettare un lavoro sottopagato e poco riconosciuto.

Il mondo dell’istruzione e della formazione andava cambiato: tutte le nascenti professioni digitali non erano incluse nelle materie universitarie; eppure il mercato del lavoro stava mutando rapidamente e non era più quello degli anni ’80 o ’90.

 

IL DIGITAL MARKETING COME CHIAVE PER LA (TRAS)FORMAZIONE

La consapevolezza che avevo maturato era condivisa anche da Matteo, tanto che entrambi avevamo deciso di formarci nel digital marketing, in modo tale da utilizzare le leve necessarie per diventare autorevoli e supportare tutti coloro che non si riconoscevano nei vecchi schemi sociali e culturali a svoltare.

Il digital marketing è la chiave per la trasformazione dei nostri progetti di vita: in esso si celano le cosiddette “high income skill” cioè le competenze altamente remunerative che possono far fruttare i talenti nascosti di molte persone.

Alla fine del 2015, io e Matteo lanciammo IMPROVE, la nostra prima piattaforma di e-learning dedicata agli studenti. I contenuti erano scarni ed essenziali, tuttavia riuscimmo ad avere un pubblico iniziale molto interessato.

La nostra determinazione nel proseguire nella strada dell’apprendimento digitale era fortissima, ecco perché nel 2016 abbiamo lanciato MARKETING GENIUS, una piattaforma molto più evoluta e articolata rispetto a quella precedente.

Lì dentro era presente il nostro primo video-corso, che aveva lo stesso nome della piattaforma, e che era costituito da decine di video-lezioni che mostravano nella pratica passo dopo passo le azioni da compiere per fare business online in modo autonomo, anche partendo da zero.

Senza paragonarci troppo ai geni della Silicon Valley, vale la pena ricordare che sviluppammo i contenuti digitali di MG in un seminterrato. Un luogo quasi claustrofobico ci avrebbe aperto le porte al nostro primo successo imprenditoriale.

 

MARKETING GENIUS 2.0: FOCUS SULLA COMMUNITY

Il 7 maggio 2017 è avvenuto il lancio della piattaforma aggiornata di Marketing Genius, con nuovi contenuti di qualità; tuttavia, mancava ancora il tassello della community.

Infatti, nonostante lo sforzo profuso, gli studenti non erano motivati a seguire il corso fino in fondo. Abbiamo provato a inserire un attestato di partecipazione per chi avesse completato il corso, ma non è bastato: solo il 24% degli studenti visionava tutte le lezioni.

Per questa ragione, abbiamo rinominato il corso in Marketing Genius All-in. Di lì a poco sarebbe nato il Movimento Allinners, nel quale si sarebbero riconosciuti imprenditori e professionisti determinati a non mollare mai, tenendo sempre alto il focus fino al raggiungimento del traguardo.

 

UN MOVIMENTO DI PERSONE LIBERE E REALIZZATE

Se la formazione digitale era imprescindibile, le persone che facevano parte di questa nuova cultura imprenditoriale meritavano uno spazio fisico dove incontrarsi: da quest’esigenza sono nate le Allinners Conference, eventi da vivo che permettevano agli Allinners di conoscersi tra di loro e ricevere in regalo i nostri braccialetti brandizzati.

Nel 2018 Allinners è diventato un brand registrato a tutti gli effetti e ha portato a me e a Matteo a fatturare oltre 1.300.000 euro negli ultimi 12 mesi. Ma quello che è più significativo è che abbiamo cambiato la vita professionale di decine di migliaia di persone.

Non avevamo costruito solo un brand, ma un movimento di persone libere e realizzate, basato su una metodologia testata e funzionante.

La trasformazione della vita professionale degli studenti si è rivelata una potente spinta propulsiva, che mi ha aiutato a diventare sempre più efficace e motivato nella mia attività di mentor.

La formazione andava incanalata in un contenitore ancora più performante, per questo ho creato un mio sistema di formazione per imprenditori, chiamato Sistema Authority. Gli studenti, grazie al mio corso, hanno appreso come trasformare i contatti in clienti paganti, facendo leva su professionalità e autorevolezza.

Si tratta di un sistema di lavoro e di promozione del valore professionale che ho sviluppato in prima persona, diventando a mia volta un’autorità in quello che insegno e promuovo. Il posizionamento strategico va abbinato alla capacità di chiudere le vendite: la sicurezza di essere un esperto in quello che faccio mi ha dato la motivazione necessaria a proseguire ed evolvermi sempre di più.

Il Sistema Authority oggi è uno dei sistemi più utilizzati nel mondo del business, con oltre 300+ imprenditori e professionisti che sono riusciti ad elevarsi dalla concorrenza, attrarre più clienti e smetterla di fare sconti per vendere i propri servizi.

Ho voluto focalizzarmi in ciò che accade PRIMA che il contatto arrivi, ovvero potenziando l’identità del tuo progetto o della tua professione. QUando le persone ti “trovano” grazie ad una campagna di marketing sono molto più propense a pagarti se è estremamente chiaro e facile comprendere chi sei, cosa fai e perché dovrei pagarti per risolvere il tuo problema.

Ho voluto inoltre specializzarmi nel DOPO la ricezione della richiesta di info. Infatti ho analizzato negli ultimi anni che la capacità di CHIUDERE la vendita e trasformare un contatto in cliente pagante era poco sviluppata tra imprenditori e professionisti.

Questa mia decisione è stata vincente ed è per questa ragione che il Sistema Authority sta ottenendo così tanti feedback positivi, perché porta risultati misurabili che puoi toccare con mano istantaneamente.

 

SENZA PERSONE COME TE, NULLA DI TUTTO CIÒ SAREBBE POSSIBILE

Dopo aver ritirato il premio a Dubai, ho realizzato come questo risultato era qualcosa di fantascientifico anche solo pochi anni fa. Quello che è certo è che ogni piccola svolta che ho fatto è stata possibile grazie a persone come te, che mi hanno spinto a dare sempre il massimo.

Quando osservo quel premio, vedo riflessi in esso tutti i volti delle persone che ho incontrato nel mio cammino: coach ai quali ho chiesto supporto, compagni di percorso e studenti o clienti come te.

Non esiste premio al mondo che possa sostituire la consapevolezza di aver contribuito a cambiare la vita a migliaia di persone con le informazioni giuste, sia sul piano tecnico che su quello del mindset.

Il mio augurio è che anche tu possa realizzare i tuoi sogni e andare a prenderti tutti i premi e i riconoscimenti che ti meriti.

Se pensi che il successo non faccia per te, considera solo che non più tardi di 5 anni fa, nessuno avrebbe scommesso che uno studente che rischiava di andare fuori corso in ingegneria avrebbe trasformato la sua vita in questo modo. Lascia perdere chi ti demotiva: tu sei abbastanza per farcela! Ricorda che sei un Allinner!

Vivi il tuo potenziale

Che Credenziali Hai Fabio? 1